Sofia De Mas Sofia De Mas Milano, 1963

Nel 1989, terminati gli studi di architettura, si trasferisce a Salerno, dove oggi vive e lavora.
La sua formazione nel settore della ceramica artistica ha inizio nel 1993, nella storica fabbrica Solimene di Vietri sul Mare, sotto la guida dei maestri faentini Emiddio Galassi e Giovanni Cimatti. Fondamentale nella sua formazione anche la lunga frequentazione del laboratorio ceramico dell'ingegnere tedesco Horst Simonis, direttore tecnico della fabbrica salernitana Ernestine, con il quale collabora alla redazione di un testo di approccio didattico agli smalti ceramici.
Le opere della De Mas nascono dall'indagine delle tecniche più antiche, con una costante attività di sperimentazione e innovazione. Il suo segno è l'elegante elaborazione dei materiali, in sintonia con una personale ricerca della cultura tradizionale attraverso l'oggetto, cui conferisce valori simbolici unici attraverso la presenza dell'inespresso.
Il suo interesse per l'architettura porta la De Mas a realizzare arredi urbani per la città di Salerno, in collaborazione con la Fornace dei Fratelli de Martino di Ogliara, di cui è a lungo direttrice del laboratorio creativo.
Oltre a varie mostre personali, ha al suo attivo numerose esperienze come insegnante, tra cui alcuni corsi nel Centro studi d'Arte Vietrese della fabbrica Solimene e nel Museo Città Creativa di Ogliara. Per il Museo Città Creativa ha ideato, inoltre, il progetto La mattonella animata, realizzando manufatti decorati dai grandi maestri dell'animazione italiana e internazionale.
Alcune delle sue opere sono in mostra permanente nel Museo della Ceramica di Patti, nel Museo Città Creativa di Ogliara, nel Palazzo Comunale di Vietri sul Mare, così come nella collezione Caleca di Patti e nella collezione Pisapia di Cava dei Tirreni.

scopri le opere di Sofia De Mas